Specialista seo “on-site” è facile con WordPress e Yoast.

Tempo richiesto: 15 minuti.

In questo articolo uno specialista seo scrive una guida utile per fare la seo sui contenuti del proprio sito web in modo semplice con la piattaforma WordPress e il plugin Yoast seo. Se preferisci affidare la seo del sito web a un’agenzia specializzata in seo puoi scriverci qui. Se invece vuoi capire come posizionare un sito su Google potrebbe esserti utile questo articolo. Segui questo link per la guida seo per i siti in HTML, PHP.

  1. Un professionista seo di Genova, considerazioni sulla seo in generale:

  2. Un Articolo di News o tematico scritto da uno specialista seo.

  3. In Quali casi ha senso scrivere un articolo pensando anche a
    ottimizzarne i contenuti per favorire la seo del sito?

  4. Pensare all’argomento chiave e trasformarlo in una frase di ricerca:
    1 – Come individuare il punto focale dell’articolo e le “frasi di ricerca”.
    2 – Quali sono gli strumenti a disposizione per aiutarci a trovare le frasi chiave più cercate dagli utenti?

  5. Anteprima su Google.(chiamata in Yoast “anteprima come”:) e gli altri elementi della seo sul pannello di Yoast.

  6. Le caratteristiche di un buon articolo seo ottimizzato per i motori di ricerca.

    1- Titoli e sottotitoli per individuare subito i contenuti del testo
    2 – Lunghezza del testo: quanto essere esaustivi per un ottimo articolo seo?
    3 – Foto: Inserire una o più foto per un’ottimo articolo seo?
    4 – Quanto è importante L’alt text nelle foto per migliorare la seo dell’articolo?
    5 – Numero di link (interni, esterni e ricevuti).

  7. Conclusioni e altri aspetti che uno specialista seo tiene in considerazione:

    1 – Altre impostazioni il tab “leggibilità” in Yoast
    2 – Il Tab “Schema” in Yoast
    3 – Il tab chiamato “Social” in Yoast

  8. Località e luoghi geografici

  9. Frasi chiave correlate

  10. Considerazioni Finali

Un professionista seo di Genova, considerazioni sulla seo in generale:

La seo trattata in questo articolo riguarda esclusivamente le operazioni importanti da realizzare riguardo alla scrittura di un buon articolo seo tramite la piattaforma WordPress e Yoast. Ovviamente la seo non riguarda solamente la scrittura degli articoli e dei contenuti ottimizzati per l’indicizzazione, ma comprende anche molte operazione off-site.(cioè da efettuare all’esterno del sito) Come per esempio l’utilizzo degli strumenti di Google come la Search console per monitorare e prendere decisioni, l’utilizzo di software come per esempio Sem Rush che offre molte opzioni utili. Ci sono le operazioni di link building e referral, etc …

Un Articolo di News o tematico scritto da uno specialista seo.


Shooting Studio a Genova è un team di specialisti seo che efettua lavori di indicizzazione seo per siti web di piccole o grandi diensioni.

Un buon articolo di News o tematico è un articolo scritto in modo naturale. Sappiamo tutti quanto tempo bisogna dedicare per scrivere un articolo del blog e inserire dei media all’interno. Quando invece prepariamo un articolo che vogliamo indicizzare con dei buoni risultati dobbiamo comportarci come un professionista seo. Prepariamoci quindi a dedicare il giusto tempo per l’analisi della strategia seo che inizia con:

1) l’analisi del nostro business

2) l’individuazione delle parole chiave e delle frasi chiave che meglio rappresentano la nostra attività o i nostri servizi.

3) Gli argomenti correlati alle parole chiave individuate che potremo trattare nel nostro sito internet o blog.

Adesso che abbiamo chiara la situazione potete iniziare a scrivere in ottica seo i contenuti del sito come farebbe uno specialista seo per le operazioni on-site.(cioè per tutte quelle operazioni che riguardano l’indicizzazione del sito che si svolgono sulla piattaforma di nostra proprietà. Le attività seo off-site invece sono le operazioni da svolgere esternamente al sito, che comunque sono molto importanti e vanno prese in considerazione)


In Quali casi ha senso scrivere un articolo pensando anche a
ottimizzarne i contenuti per favorire la seo del sito?


(per facilitare il posizionamento nei risultati di ricerca)
Non è detto che sia sempre necessario.
Può diventarlo se:
• si tratta un argomento in modo approfondito e specifico e questo argomento è strettamente collegato all’attività
principale(o alla sezione principale del sito sulla quale si sta scrivendo).
• In tutti quei casi dove si desidera fare trovare l’articolo più facilmente nei risultati di ricerca.
• Quando si vuole approfondire un tema specifico collegato alle parole chiave principali per cui si desidera farsi
trovare.
• Quando può aver senso scrivere un articolo ottimizzato per la Search Engime Optimization?

Pensare all’argomento chiave e trasformarlo in una frase di ricerca:


Come individuare il punto focale dell’articolo e le “frasi di ricerca”.


Sintetizzandolo al massimo.
1) – Individuare da 2 a 5 parole “distintive” dell’ articolo (le 3 parole chiave) ancora meglio —–>(che formano una Frase chiave). Cioè che sono concatenate tra loro. In pratica la frase chiave che identifica l’articolo.
2) – Mettersi il cappello dell’ “utente”. Cioè mettersi nei panni di chi cerca per 30 secondi.


A) Quali sono le domande che possono aiutarmi?
B) E’ importante che l’articolo sia trovato?
C) Quali sono le 3 parole distintive dell’articolo?(o frase chiave)
D) Come cercherei l’articolo sui motori di ricerca? Con quali parole chiave?(o frasi chiave).

Esempio: se state scrivendo un articolo sulla seo alcune frasi chiavi molto ricercate potrebbero essere: specialista seo Genova, oppure consulente seo a Genova.


Confrontare i risultati tra il punto B e il punto C.
It’s Match? cioè: i risultati dei punti B e C coincidono?

Se coincideranno sarà perfetto.
Avete scelto una buona frase chiave e il vostro articolo sarà importante per la strategia seo del vostro sito web.

Quali sono gli strumenti a disposizione per aiutarci a trovare le frasi chiave più cercate dagli utenti?

la finestra del plugin Yoast: usarla come un professionista della seo per determinare la frase chiave migliore
immagine screenshot che mostra il lavoro di indicizzazione seo sui motori di ricerca con Yoast seo
immagine  sui risultati dei volumi di ricerca grazie a Yoast seo plugin e Sem Rush. Alcuni software usati da chi fa il lavoro seo per il web
un’immagine riassuntiva che esprime tutti i termini e gli argomenti importanti utilizzati durante il lavoro di indicizzazione seo sui motori di ricerca con Yoast seo


Gli strumenti a disposizione per capire le frasi chiave più ricercate dagli utenti.
A) Google Trends : https://trends.google.it/
B) La ricerca tramite il campo di ricerca del modulo chiamato
“Yoast”, che dovrebbe essere visibile in fase di scrittura
dell’articolo, immediatamente sotto il “container” in cui state
scrivendo l’articolo, su Word Press.
A) Google trends è un indicatore delle “tendenze di ricerca” e
può essere d’aiuto per controllare le parole “chiave scelte”. Infatti potete inserire delle frasi chiave e avere delle risposte.
B) Ancora meglio il Plugin Yoast:
1) Potete inserire la frase chiave scelta e tenere in
considerazione i risultati che il campo di ricerca
“frase chive” mostra.
2) Inserite la frase individuata e premendo
sul tasto “ottieni le frasi correlate“ otterrete il
numero di risultati di ricerca efettuati dagli utenti su
Google in un mese. (media ricerche mensile
come mostrato nell’ immagine a fianco.)
se c’è un risultato numerico allora vuol dire che
l’argomento è interessante e ricercato dagli
utenti.

Questi “risultati” possono variare nel tempo e
dovreste poter utilizzare la casella per 10 volte
in un giorno in modo gratuito (se gli account
sono collegati. Se non funziona, accertatevi
che gli account [vostro account Yoast sia
attivo]).
Se non vi sono ricerche mensili potrete
decidere di “rifinire la frase chiave”, cioè
cambiarla leggermente, e ripovare.
Ricordatevi che, numericamente parlando, più parole chiave inserite, per formare la frase chiave, più sarà difficile che ci siano dei risultati, il massimo è 4 o 5.


Ricordatevi anche che, a volte, non è indispensabile che ci siano dei risultati storici passati. Infatti se gli argomenti
sono nuovi, non li troverete tramite il campo di ricerca.(per esempio)

Anteprima su Google.(chiamata in Yoast “anteprima come”:) e gli altri elementi della seo sul pannello di Yoast.


Anteprima:


Mostra il risultato che si otterrà nei risultati dei motori di ricerca e deriva dalla compilazione dei campi sotto:

Lo slug dell’articolo:

Cioè l’indirizzo http che l’articolo avrà. Anche questo dovrebbe contenere la frase chiave e non dovrebbe essere troppo lungo. Potrete vedere un’anteprima dello slug, mentre l’articolo è in preparazione “cioè salvato in bozza”. Riguardo all’argometo è utile tenere a mente questo principio: gli url una volta pubblicato l’articolo non dovrebbero essere cambiati.(senza le dovute precauzioni).


Il Meta Titolo Seo:


Sarà il titolo che comparirà nei risultati di ricerca negli elenchi di Google. (Dovrebbe contenere [meglio se all’inizio] “la
frase chiave” all’inizio individuata).


Slug:


Sarà l’URL dell’articolo. Cioè l’indirizzo http dell’articolo raggiungibile tramite la barra di ricerca di Google es.(www.
specialista-seo.com/il-mio-articolo-seo-friendly)
(Dovrebbe contenere [meglio se all’inizio] “la frase chiave” in principio individuata)


La Meta descrizione:


Sarà il riassunto dell’articolo e anche questo dovrebbe contenere la “frase chiave individuata”. Questo riussunto sarà il
testo mostrato nei risultati di ricerca. Anche qui dobbiamo rientrare entro un certo numero di parole, e cercare di fare un riassunto appropriato del nostro articolo seo che dovrebbe contenere anche la frase chiave individuata.(meglio se posizionata all’inizio).

un buon specialista seo inserisce i metadati come titolo e descrizioni in ogni articolo web.
Anteprima su google per i risultati di ricerca e inserimento dei metadati.

Le caratteristiche di un buon articolo seo ottimizzato per i motori di ricerca.


Una volta individuata la frase chiave, potrete ripeterla più volte nel vostro contenuto scritto, per esempio ripeterla circa
2 o 3 volte se il contenuto dell’articolo sarà di 300 parole, circa 4 volte se le parole scritte saranno 600, più volte se l’articolo seosarà oltre le 900 parole.
Non preoccupatevi di memorizzare questi numeri perchè ci sarà una guida che via aiuterà in questo durante la
redazione dell’articolo “in tempo reale.” Questa guida è di facile lettura e potrete vedere degli smile(emoticon) di diversi colori che “valutano” in tempo reale la bontà dei vostri contenuti rispetto alla seo. 😊
Infatti le informazioni sotto vengono riportate per “conoscenza”. Avrete a disposizione la “guida di yoast” che
automaticamente da consigli pratici e mostra link a guide su come procedere mentre scrivete il vostro articolo seo. Grazie Yoas Team! Chiunque abbia una buone dose di impegno e volontà potrà grazie a Yoast imparare le operazioni necessarie per diventare uno specialista dei contenuti seo, e non solo!.


Titoli e sottotitoli per individuare subito i contenuti del testo:


Quello che in Word Press vengono chiamati Titolo1, Titolo2 e Titolo3.
Dovrebbero essere usati.
Sono i punti riassuntivi principali che fanno capire a chi legge(utenti e motori di ricerca)
immediatamente di cosa tratta l’argomento. (i motori di ricerca preferiscono trovare articoli con questi elementi).
(in un 25% – 50% di questi andrebbero indicate le parole chiave e la frase chiave o “le frasi chiave”).

In altre parole i motori di ricerca a parità di contenuti agevolano(danno precedenza nei risultati di ricerca a tutti quei contenuti scritti in chiave seo, che mostrano titoli e sottotitoli ogni 200-400 parole) gli articoli che hanno una facilità di lettura per gli utenti che li leggono. Inserire Titoli e sottotitoli che contengono la frase chiave individuata è un buon modo per facilitare la lettura.

Lunghezza del testo: quanto essere esaustivi per un ottimo articolo seo?


Quante parole dovrebbe contenere un buon articolo seo friendly?: 300 – 600 – 900 o 2000 parole e più?
Sono rispettivamente il numero minimo, consigliato e ottimale secondo i parametri dei motori di ricerca.

Mentre gli articoli e contenuti seo friendly che includono 2000 parole o più sono Straordinari.
Sotto queste soglie l’articolo ha poche possibilità di essere visto.(perchè Google trova “risultati più esaustivi” e li
considera più significativi per chi cerca).
Se si reputa necessario si può arrivare fino a oltrepassare le 2000 parole.
Per allungare l’articolo può essere d’aiuto il famoso:
WWWWW – Chi – Cosa – Come – Quando – Dove

Rispondendo a queste domande potrete infatti trovare molti spunti per inserire ulteriori argomenti al vostro articolo seo friendly.


Foto: Inserire una o più foto per un’ottimo articolo seo?

Un professionista della seo, conosce bene il valore delle foto e dei media per dare rilevanza nei risultati di ricerca ai suoi articoli. Migliorare le performance della seo del sito e dei contenuti è anche questo. Inoltre su Google è possibile fare anche la ricerca per immagini, e potrà quindi capitare che alcuni trovino il vostro articolo anche grazie ai media.
Un’agenzia di professionisti dell’indicizzazione dà priorità alle infografiche e in generale inserisce foto e media in buona quantità per migliorare la seo del sito web. (dimensioni minime, ratio e peso massimo in MB o Kilobite sono aspetti da considerare).
Infatti le foto troppo piccole in dimensioni (cioè con numero di pixels approssimato inferiore a 200px per lato) non
saranno “ben visibili”.
Il Ratio dell’ immagine principale dovrebbe corrispondere al ratio della destinazione dell’articolo.(cioè se il nostro
articolo verrà postato, probabilmente andrà a finire assieme agli altri articoli della categoria. In questo elenco
collettivo di articoli c’è un’immagine principale dell’articolo e alcune righe di testo dell’ articolo. Controllate che
l’immagine non venga “tagliata” e accertatevi quindi che il ratio sia adeguato.
Ratio = 1:1 immagine quadrata es.[1000 pixel per 1000px]. Ratio 1:1,5 immagine rettangolare es. [1000x1500px].

Il peso dell’immagine cioè la dimensione in kilobite deve essere la minore possibile, mantenendo la qualità maggiore
possibile nell’immagine sorgente.

Quanto è importante L’alt text nelle foto per migliorare la seo dell’articolo?


L’alt Text “ va inserito nelle immagini (alcuni alt text dovrebbero contenere le parole chiave e la frase chiave.)

L’alt text è molto importante perchè aiuta i motori di ricerca a far trovare le foto, l’articolo e quindi il vostro sito per chi lo cerca.
I formati preferiti da Google per le immagini sono il (webp e il jpeg, perchè molto compressi) comunque possono andare bene anche altri formati purchè il peso delle foto sia ridotto. (cioè le foto devono “pesare” il minor numero di kilobite possibile per facilitare la velocità di caricamento del sito e quindi anche il posizionamento sui motori di ricerca (infatti la velocità di caricamento del sito è un parametro per ottenere le poszioni di ricerca più alte).

Un buon consulente seo ha una strategia per inserire i link sul sito e non lo fà in modo casuale.

Link Interni: correlare gli articoli ad altri articoli o a alle pagine del proprio sito web

  • Quando sono ci dei collegamenti (link) utili per il visitatore lo saranno anche per i motori di ricerca.
  • Quando vale la pena inserire un link interno?
  • Quale altro contenuto può interessare il visisitatore se sta leggendo questo articolo?
  • C’è un contenuto pertinente, collegato al nostro articolo sulle pagine del sito?

Esterni: inserire link verso altri siti, approfondimenti, fonti o articoli rilevanti

C’è un contenuto utile all’esterno del sito che può interessare il lettore dell’articolo? Se la risposta è si allora perchè non aiutare il visitatore a raggiungerlo?

I link esterni possono essere da 1 a tantissimi. Quando inserite dei link esterni le precauzioni da prendere sono 2.

1) La prima: inseriamo link ad articoli o pagine di “fonti attendibili e autorevoli”, non inseriamo link verso concorrenti, ovviamente.

2) La seconda: abbiate cura di impostare il link con target: “nuova pagina” o “_blank” cioè il link dovrà aprirsi in una nuova pagina del browser e non in quella che il lettore sta visitando attualmente, altrimenti potrebbe uscire dal sito e non finire di leggere l’articolo.


Link interni o (ancore). es..( vedi la foto sotto per capire come inserire un link ancora)


Quando l’articolo raggiunge dimensioni elevate ( sopra le 700 parole circa) considerate di inserire un piccolo indice
che rimandi alle sezioni dell’articolo divise in sottotitoli(chiamti “titolo 2” o “H2”).
Per inserirli sarà necessario passare all’area Testo. (di defualt la scrittura dell’articolo è impostata su “area Visuale”)
esempio di come si visualizza un “link ancora” lo potete provare nell’indice di questo articolo, all’inizio.
Esempio di come si imposta un link ancora, inserendo 2 elementi di codice in Html : (immagine qui sotto).

1) Il link che rimanda al link ancora <a href=”#nome-link-ancora”> </a>
2) il nome del link ancora, cioè la destinazione del link ancora <a name=”nome-link-ancora”>ancora meglio se pertinente rispetto alla frase chiave scelta</a>

un ottimo articolo seo ha all'interno numerosi link ancora che sono seo friendly
il codice html da inserire all’interno degli articoli per link ancore seo


Conclusioni e altri aspetti che uno specialista seo tiene in considerazione:


Come fa Google a scegliere quale sito internet sarà mostrato per primo nei risulatati di ricerca?
Let peoples choose them! “Permettiamo che siano le persone a giudicare quali siano i contenuti migliori”
(tenete presente che un parametro importante per i motori di ricerca è il Coinvolgimento dell’utente).
Cioè quanti visitatori e quanto tempo passano i visitatori sul sito. (e anche molti altri che non cito)
Più alti sono i numeri più il sito comparirà in alto nei risultati di ricerca. Quindi se ci sono dei link interni che portano
ad altri contenuti correlati, aiuterete sia il vostro sito e anche il visitatore eppure Google a posizionarvi in maniera più
visibile. Inoltre se imposterete i link interni con dei nomi di max (5 parole [ + le congiunzioni] con dei nomi correlati alla
frase chiave sarà più facile per i motori di ricerca che il vostro articolo venga ben posizionato).
Ovviamente sono tantissimi altri i parametri, ma non possiamo toccarli tutti in questo scritto, anche perchè non
riguardano direttamente la scrittura e il posizionamento di un articolo.


Altre impostazioni il tab “leggibilità” in Yoast:


Dopo la tab chiamata SEO, appena compilata, c’è la voce ”leggibilità” Infatti un buon testo per la seo è un testo facilmente
leggibile, con parole semplici e frasi di approssimativamente 25 parole;(questo perchè le frasi con troppe virgole e congiunzioni sono più difficili da comprendere).

Inoltre è bene suddividere l’intero in articoli in più argomenti con titoli e sottotitoli. Non utilizzare troppe parole tecniche o non di uso comune per essere sicuri che l’articolo verrà compreso facilmente. Evitare di creare frasi con la forma indiretta(dove il soggetto è alla fine della frase)

Il tab “Schema” in Yoast:

Poi ci sono altre 2 tab: “schema”. Sul plugin Yoast trovate delle guide collegate a ogni voce, in line di massima non vanno cambiati i valori di default. Tra queste impostazioni potrete trovare anche il modo di rendere non visibili, nei risulatti di ricerca, alcuni elementi dell’articolo.

Il tab chiamato “Social” in Yoast

Un’altra funzione utilissima che il plugin Yoast mette a disposizione per la seo è: “l’anteprima del nostro articolo sui social”. Infatti la versione premium di Yoast permette di inserire in modo intuitivo fotografie diverse per ogni canale social . Poter vedere un’anteprima del risultato della condivisione e personalizzarla per ogni “canale social” può essere una cosa molto utile. Nella versione gratuita potrete invece vedere solo l’anteprima su alcuni social. Oltre alla foto permette anche di scrivere il titolo meta e la meta descrizione del vostro articolo seo, in modo da poter essere sicuri di aver fatto un buon lavoro con lo stile e il contenuto.

Specialista seo: località e luoghi geografici.

Uno specialista seo inserisce sempre le parole che riguardano il luogo geografico o la località al quale l’articolo fà riferimento.
Se l’articolo è specifico e riguarda un luogo geografico, assicuratevi di inserire “qualche volta” il nome del luogo
geografico. (es Roma o Italia)
Questo perchè: (detto in breve) per esempio con la ricerca geolocalizzata attiva sul browser dell’utente, Google fornirà
prima i risultati pertinenti alla località vicino all’utente(per alcune categorie di ricerca).
Se questo non viene fatto il vostro contenuto competerà contro tutta italia o contro tutto il mondo.

Frasi chiave correlate:

Le frasi chiave correlate alla frase chiave di ricerca sono un complemento molto utile del plugin Yoast seo premium. Infatti per rendere il testo più facilmente leggibile da parte dell’utente è utile inserirne una buona quantità. Questo aiuterà molto anche il vostro articolo a essere trovato con frasi simili alla frase chiave, massimizzando le visite.

Considerazioni Finali:

PS: Ricordare che non è buona norma inserire 2 frasi chiave uguali in due articoli diversi (confonderà i motori di
ricerca). Potrete, anzi è molto consigliabile fare articoli correlati e utilizzare frasi chiave correlate, [simili ma non uguali
e che si collegano all’argomento].

Inoltre verso la fine dell’articolo è molto utile inserire dei link interni alle vostre pagine o a contenuti del blog che possano dare altre info al lettore. Questo permetterà di aumentare le possibilità di “trattenere” il visitatore sul vostro sito. Questo aumenterà anche il tempo medio di permaneza sul sito.(che è un parametro per la seo).

Il contenuto “cornerstone”: serve a comunicare quali articoli e pagine rappresentano gli elementi principali del sito. Non esagerate aggiungendono più del dovuto il massimo si aggira tra 5 e 7.

Ci sono poi tantissimi altri aspetti o se vogliamo tecniche che non ho riportato in questo articolo per varie ragioni: ShootingStudio si può occupare per voi di eseguire la seo con i suoi specialisti seo a Genova. Svolgiamo questa attività per i nostri clienti con o senza l’ausilio di plugin come per esempio Yoast. Quando si ha a che fare con diverse piattaforme o direttamente col codice del sito, le cose cambiano di molto in termini di tempo. Monitoriamo i risultati in modo utile alla strategia scelta e inviamo i report a fine mese oltre a dare consulenza seo per gli aspetti off-site o on-site della vostra azienda.


Buona scrittura a tutti.
Simone

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Potrebbe piacerti anche...

Tabella dei Contenuti